Vai a sottomenu e altri contenuti

Regolamentazione accesso cani

Al Parco del Molentargius i cani devono essere tenuti al guinzaglio.

I cani liberi di vagare sono tra le cause principali di disturbo nei confronti degli uccelli selvatici. Per quanto piccoli di taglia, per quanto buoni e mansueti e pur senza intenzione di cacciare, i cani che vagano liberamente sono ''visti'' dagli uccelli selvatici come dei predatori, per cui l'avvicinamento nei loro confronti è sempre causa di forte stress per le specie.

Non bisogna dimenticare inoltre che il cane, animale addomesticato da tempo, tuttavia mantiene le caratteristiche del suo lontano antenato, il lupo, ed è dotato di un forte olfatto e di un notevole istinto predatorio, guidato proprio dall'odore. I cani fanno esperienza per primo attraverso il loro naso e gli uccelli, come tutta la fauna selvatica, hanno un odore particolare attraente per i predatori.

Per questo motivo nel Parco di Molentargius, dove è facile incontrare uccelli selvatici e dove è consentito portare i cani a passeggio, occorre condurli solo ed esclusivamente al guinzaglio.

Ricordate inoltre che non a tutti è gradita la presenza del cane: le Aree verdi del Parco sono molto frequentate anche da bambini, anziani e persone che temono i cani. Mantenere i vostri amici a quattrozampe al guinzaglio è segno di rispetto anche nei loro confronti.

Infine se doveste vedere un cane vagare apparentemente da solo segnalatelo al Parco tramite la scheda allegata, oppure telefonate alla Stazione Forestale di Cagliari (tel. 070381246 - num. verde: 1515).

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto